Archivio per Categoria ALLENAMENTO

ALLENAMENTO CON GLI ELASTICI

Oggi vi accenniamo ad una novità presente su Fantaleggins; ci riferiamo al nuovissimo set di elastici da allenamento.

Questo set  è completo e consente l’allenamento graduale in libertà massima. Il set si compone di:

5 elastici dotati di diversa resistenza

2 maniglie imbottite

2 cavigliere regolabili a velcro

1 ferma porta con il quale potremo sfruttare porte o rami ( a seconda che ci si alleni all’aperto o in casa) per avere punti di trazione con cui eseguire decine di esercizi.

Gli elastici sono dotati di moschettone ad entrambe le estremità e potremo anche sommare più elastici per ottenere una resistenza superiore pari alla somma della resistenza di ciascun elastico.

Mara Besacchi, che da 2 anni ci accompagna  nei nostri tutorial video su You Tube, ci preparerà anche una serie di video completa per sfruttare al meglio questo set; impareremo ad allenarci in palestra, in casa, all’aperto, al mare, in montagna o nel parco. In questo modo potremo proseguire i nostri allenamenti e potremo mantenerci in forma tutta l’estate, sia che la palestra chiuda per ferie sia che siamo lontane per vacanze e viaggi.

Le cavigliare e le maniglie consentono di eseguire decine di esercizi per gambe, spalle, braccia, dorso, petto  e glutei e la gradualità della resistenza degli elastici ci consentirà di progredire e adattare lo sforzo ai nostri progressi.

Vi inviatiamo a guardare subito il set di elastici sul nostro store e ad iscrivervi al canale YOU TUBE FANTALEGGINS per imparare a tenerci in forma.

DiMara Fantaleggins

CAMMINANDO, CAMMINANDO!!!

Dobbiamo avere cura di noi stessi, saremo le uniche persone con le quali passeremo tutto il resto della nostra vita!!!

Non bisogna necessariamente essere degli atleti per amare lo sport e mantenersi in forma, per chi non ama la palestra o è più pigro basta anche una bella camminata!

Vediamo quali sono i benefici!

Camminare è un modo semplice e fai-da-te per allenarsi, bruciare le calorie di troppo, mantenere il metabolismo attivo. Non serve andare in palestra o avere un tapis-roulant a disposizione: il walking si può praticare anche in città, al parco o nella natura.

L’importante è farlo nel modo giusto.

QUANTO CAMMINARE: possiamo attenerci alla regola generale dei 30-40 minuti quotidiani di camminata veloce, simile a quella che intraprendiamo per andare con urgenza da un posto all’altro. Man mano che procede il nostro allenamento si può aumentare sia l’intensità della camminata che la durata dell’allenamento.

COME CAMMINARE: Ci si deve muovere in modo regolare e misurato, respirando in modo corretto e accompagnando i passi con il movimento compensatorio delle braccia. Ricordiamo che la camminata veloce è un’attività ben diversa dalla passeggiata: occorre dunque munirsi di un paio di scarpe adatte e di abbigliamento comodo. Prestiamo attenzione ai luoghi che scegliamo per la nostra attività fisica: l’ideale è una zona alberata, lontano dall’inquinamento del traffico. Occorre prestare molta attenzione, se si cammina di sera, a indossare i giubbotti catarifrangenti ed eventualmente i dispositivi luminosi che aiutano a renderci visibili e a evitare il rischio di essere investiti. E’ anche buona cosa camminare in compagnia: ci si sostiene a vicenda, si può contare su un aiuto in caso di qualche inconveniente e, non ultimo, parlare mentre si cammina. Fare esercizio insieme migliora diventa un momento di socializzazione e il fatto di parlare aiuta la respirazione e migliora l’esercizio.

CHI PUO’ CAMMINARE – Il walking è un’attività adatta a tutte le persone in buona salute. Devono prestare attenzione, e sottoporsi a un accurato controllo medico prima di intraprendere l’allenamento, i soggetti cardiopatici e chi è affetto da disturbi ai piedi o da altri problemi di deambulazione.

PERCHÉ CAMMINARE – I benefici del walking sono numerosissimi. E’ un’attività fisica completa che ottimizza la funzionalità cardio-vascolare e polmonare, e sviluppa le capacità dei muscoli e delle articolazioni degli arti inferiori. Camminare regolarmente aiuta a ridurre il peso corporeo (se l’attività fisica è abbinata a una alimentazione controllata), risveglia il metabolismo, ha effetti positivi sulla regolarizzazione della pressione sanguigna e sul controllo dei livelli di colesterolo cattivo, dei trigliceridi e del diabete. Tra l’altro, camminare fa bruciare più grassi della corsa: nel jogging infatti il battito cardiaco è più elevato e il fisico tende a bruciare soprattutto gli zuccheri; quando si cammina, invece, il ritmo delle pulsazioni è meno accelerato e il fisico attinge, per avere energia, soprattutto alle riserve di grasso. Tutto questo avviene dopo i primi 30 minuti di attività fisica continuativa.

Anche i benefici psicologici sono numerosissimi: il semplice fatto di allontanarsi dagli spazi chiusi e di esporsi alla luce naturale è già di per sé un elemento che influenza positivamente la psiche. L’attività fisica, poi, ha il potere di liberare endorfine e serotonina, gli ormoni della felicità, che abbassano i livelli di cortisolo (l’ormone dello stress): una bella camminata, magari di primo mattino, prima di cominciare l’attività lavorativa, regala una sensazione di benessere generale e di ottimismo, liberandoci dallo stress e dall’ansia. Chi si allena regolarmente sperimenta anche un aumento della fiducia in se stesso, un aumento della vitalità e dell’energia da spendere nelle attività quotidiane e persino una maggiore capacità di socializzazione. Insomma, davanti a tanti vantaggi non resta che indossare le scarpe da walking e metterci in cammino.

Digeorgiapoa

E se poi divento grossa?

Ciao Ragazze

oggi vorrei parlare della paura che ha afflitto ogni donna la prima volta che ha solo sfiorato l’idea di avvicinarsi ad un peso.

E se poi divento grossa?!

Intanto ragazze tranquille, siamo donne quindi dotate di poco o niente  testosterone ciò che favorisce la crescita muscolare e quindi biologicamente siamo salve!!!

Inoltre massa muscolare = male è una gran cavolata!!! Anzi vuol dire essere più toniche, aumentare il metabolismo, che potrebbe permetterci di mangiare qualcosina in più e benefici alla circolazione quindi un aiuto contro la cellulite ( il nostro nemico numero 1!).  Vero è che bisogna fare le cose fatte per bene, partire dalla basi con l’aiuto di un professionista che vi insegni correttamente gli esercizi e vi indirizzi in un percorso di crescita mirato ai vostri obiettivi, step by step senza illusioni ma molto ragionato e a medio-lungo termine.

Allenarsi con i pesi  può portarci ad ottenere un fisico tonico e scolpito, ma i risultati non sono gratis, anzi richiedono soprattutto impegno e costanza e non meno importante qualche accorgimento riguardo all’alimentazione! Quindi non vi illudete ammazzarvi in palestra e poi tornare a casa e scofanarsi in frigo non vi porterà a nulla!!!

Imparerete che ci sono degli esercizi che si possono definire i nostri migliori amici e che ci accompagneranno nel raggiungimento del fisico che desideriamo, alcuni nomi li conoscete tutti e quelli saranno i punti di partenza a cui aggiungere mille varianti; quindi non sarà mai noioso ma avrei sempre nuovi stimoli e nuovi dolori! Trust me!!!

Ma Chiara…E i corsi fitness?

Allora i corsi possono essere una base da cui partire, un modo divertente per approcciare con questo nuovo mondo e alcuni soprattutto quelli funzionali sono anche efficaci, ma ti accorgerai da sola che la Ghisa ( i pesi ) sono come i diamanti… the girls best friend!

Quindi non avere paura, armati di pazienza, costanza e tenacia e vedrai che i risultati arrivano a chi si impegna davvero.

Nulla è regalato ma puoi farti tu e solo tu questo regalo per te stessa!

Fidati e credi in te!

Have a goos workout

 

 

DiFantaleggins Blogger

STRETCHING & CO.

Ciao Girls!
Capitava anche a voi di non avere voglia di fare stretching a fine allenamento? beh a me capitava spesso…poi me lo sono imposta e ho iniziato a sentirmi talmente bene che ho intrapreso anche yoga!
Perchè vi dico questo? Perchè oggi parleremo proprio dell’importanza dello stretching e della mobilità.
Fino a qualche anno fa lo stretching rappresentava solo un complemento ad altri sport.
Capitava di effettuare esercizi di allungamento a fine allenamento per qualche minuto, senza capirne esattamente lo scopo. Oggi è diventato una attività fisica autonoma, basilare per il mantenimento di uno stato sciolto e disinvolto della flessibilità e della mobilità corporea e ha dato origine a discipline come Yoga e Pilates.
Il nostro corpo parla di noi , racconta come lo trattiamo e quanto teniamo al suo benessere. Può raccontare una vita mirata al Wellness oppure trascuratezza e una limitata mobilità motoria.
Molto dipende da noi.

Se non sollecitato ed esercitato, il fisico è costretto, con il trascorrere del tempo, a movimenti sempre meno sciolti ed ampi, ad una stanchezza più repentina e all’impiego di maggiore sforzo in tutte le attività quotidiane.
La minore elasticità muscolare, la ridotta capacità di coordinazione, il calo di energia, l’usura delle articolazioni, predispongono infatti il fisico ad un invecchiamento più veloce.
Bisogna contrastarli con l’obiettivo di favorire il ringiovanimento di tutto l’apparato locomotore.
Lo stretching coinvolgendo muscoli, tendini, ossa e articolazioni, favorisce un miglioramento globale della capacità di movimento. Ma anche una migliore lubrificazione articolare contrastando così l’invecchiamento della cartilagine e quindi l’artrosi.

Di fatto lo stretching mantiene “giovani” le articolazioni, rallentando la calcificazione del tessuto connettivo.
Ecco quindi i benefici, e non soltanto relativi alla flessibilità, che questa attività offre a chi la pratica:
• a livello muscolo-scheletrico, lo stretching aumenta l’elasticità dei muscoli e dei tendini, con un miglioramento globale della capacità di movimento.
• è un’ottima forma di prevenzione delle contratture muscolari.
In alcuni casi diminuisce la sensazione di fatica e può prevenire traumi muscolari e articolari.
• gli esercizi di allungamento aiutano anche a diminuire la pressione arteriosa favorendo la circolazione. Favoriscono il rilassamento riducendo lo stress fisico e migliorano la coordinazione dei movimenti.
Con lo stretching si ottiene anche di diminuire la tensione dei muscoli e la frequenza cardiaca: in una parola, ci si rilassa.
E allora forza infilatevi un bel top e un bel paio di leggings (ovviamente fantaleggins ahaha) e andate a praticare un pò di mobility, yoga o pilates!!
alla prossima 🙂

Digeorgiapoa